INTHEBOX ALL SESSIONS LANIFICIO 159

LA  MOSTRA DI MARGINI E SEGNI A ROMA CON LA COLLABORAZIONE DI

PTS ARTS E LANIFICIO CUCINA

loc-am

Giovedì 23 maggio (alle ore 18.00) nel suggestivo spazio del LANIFICIO CUCINA a Roma si inaugura Inthebox- All sessions, l’esposizione di venticinque realizzazioni a firma di artistiscrittori e fotografi che, sollecitati da un ‘manifesto’ di regole, hanno realizzato per la Galleria/laboratorio “Margini e Segni”una propria box creativa. Il progetto è promosso in collaborazione con PTS Art’s Factory Lanificio.

Si tratta di originali produzioni che saranno presentate in quattro sezioni: CATEGORIA MEMORIE, CATEGORIA MONDI, CATEGORIA SEGRETI, CATEGORIA SEGRETI.

In ciascuna box, ognuno degli artisti ha ragionato con la propria espressività su un ‘mondo’, vale a dire sulla specificità di un determinato contesto illusorio o reale, sui ‘segreti’ come concetto declinabile in vari modi, in maniera più culturale o più personale, sui ‘sogni’ come possibilità per la mente di cercare nuove piste, sulle ‘memorie’ personali e collettive che segnano la contemporaneità. Si è cercato così di andare oltre il libro e oltre l’esito di un’opera unica, in un ambito di micro arte e micro editoria che come prima cosa tenta un esito narrativo, coinvolgendo il pubblico che interagisce nella scoperta del contenuto della box, riprendendo così possibili piste di ricerca che partono sia dal mondo dell’editoria e della scrittura nel difficile confronto con le nuove tecnologie, per esempio praticate da Dave Eggars, sia dal recupero di strade battute dall’arte contemporanea in vari modi, basti pensare a Joseph Cornell.

CATEGORIA MEMORIE

Sulle ‘memorie’ di fatti accaduti nell’infanzia in parallelo con la storia contemporanea si è cimentato Francesco Filangeri, con il suo Memory game È sulle memorie dell’infanzia fatta di piccole cose, raccolte ostinatamente e dolcemente che invece si cimenta Marilena Pasini nelle sue quattro piccole box intitolate Io resto qui. Ed è invece sulle memorie più propriamente culturali che si concentra Jacopo Benci nel definire e raccogliere “Le leggi dell’evanescenza”. All’immaginario cinematografico e televisivo, è dedicata l’opera di César Meneghetti, “Immagini senza oggetto. Invece per le memorie di Elisabetta Pandimiglio la scelta del titolo del suo frigo-box contenente anche un video è molto forte: “Fame” come tema emergente in cui si allude ai vari tipi di malattia riguardanti l’eccesso o la mancanza di fame. Sempre alla memoria, ma questa volta riguardante uno sport popolare, il ciclismo, che ha una sua storia epica e coinvolgente, si rivolge il lavoro di Fernanda Pessolano con “Ed ecco Zandegù”. Per le sue ‘memorie’ Sabina De Tommasi racconta con la sua majdda di Cum panis” come sia bello impastare. Ida Gerosa, invece, artista di computer art nella sua box Una vita nell’arte ha simbolizzato un’attenzione alla documentazione del suo ricco percorso intellettuale e artistico che ha sempre mantenuto viva.

CATEGORIA SOGNI

Il sogno rappresentato da Maria Carla Mancinelli con la sua box Affioramenti poetici ha dato origine alla materializzazione di una visione, ispirata versi poetici sui fiori. Sul sogno di escursioni possibili e impossibili della figura leggendaria del viaggiatore si è concentrata Eleonora Del Brocco nella sua box sui “Viaggiatori dei proprio sogni”. Il sogno di Orsola Damiani ha uno scenario del tutto fiabesco…attraverso Le stagioni. Per il suo sogno Paolina Baruchello ha interpretato nella Piccola wunderkammer per accumulatori di oggetti la creatività dell’archivista di oggetti. Simona Sarti ne “Il gioco-giogo” ha voluto rappresentare quel mondo onirico che è ciò che di più antico abita dentro di noi.

CATEGORIA “MONDI”

Al mondo rappresentato dalla cerimonia del tè si è ispirata Silvia Stucky.  Nel Fiabesco deserto di Stefania Fabri sono contenuti vari elementi: tre libri, sabbia dell’erg, un piccolo cammello il profumo delle oasi, un ciondolo, un rotolo con un manoscritto… I Cinque del Pretesto per Era tutto un Pretesto” hanno trovato una valigia adatta ad essere riempita da foto, video, copioni teatrali, documenti sulla storia della loro comune teatrale degli anni ’70. Nel mondo descritto da Roberta Mazzanti nella sua box Sotto la pelle dell’Orsa si racconta come si è ‘condannate’ alla bellezza. La categoria ‘mondi’ viene interpretata giocosamente da Maria Luisa Ricciuti che con la sua box su 218 a.C. Annibale attraversa le Alpi”. Nell’ultima box Pages tre ragazze, Giulia, Irene e Domiziana, dedicano la loro  attenzione a un mondo rappresentato da un contenitore ‘libro’.

CATEGORIA SEGRETI

Il gioco sofisticato delle illusioni creato dai “Secrets di Massimo Sansavini, riguarda segreti doppiamente nascosti nel gioco dello slide-puzzle. Al segreto delle immagini raccolte cammin facendo, seguendo il treno che trasportava i deportati verso Auschwitz, si richiama Maurizio Agostinetto ne “Le cose illuminate numero 2. Ed è invece nei segretiche solo lei può intravvedere come una maga che estrae da cose inerti segni vitali, che Carla Sacco rintraccia “La vita segreta dei muriAnnie Schoterman nella sua fascinosa ‘black box’ sull’individuo intitolata “In due metà” ha fatto sua una citazione della poetessa suicida Unica Zürn. Il segreto esplorato da Giovanna Gandini in Metamorfosi di Marilyn” riguarda il gioco di specchi che avvolge la figura della Monroe. Anche Giuliano Sacco in Heart-Shaped box viene ispirato da un mito moderno: la canzone Heart-Shaped Box scritta da Kurt Cobain.

 

RIPENSAMENTI E MEMORIE… per riflettere

Secondo Platone le nostre conoscenze non derivano dall’esperienza, ma sembrano basarsi su forme e modelli che non trovano riscontro nella realtà quotidiana. Quei modelli, chiamati Idee, devono risultare pertanto da un processo di reminiscenza con cui giungono a risvegliarsi gradualmente nel nostro intelletto… E tutto questo non ci fa sorridere anzi ci sembra molto moderno quando veniamo a conoscenza del fatto che gli scienziati esperti di Intelligenza Artificiale  si sono interrogati sul rapporto tra memoria e oblio e del mistero che li congiunge.

La memoria è evanescente perché forse vuole esserlo: Jacopo Benci ricerca “Le leggi dell’evanescenza” con la sua piccola scatola nera

DSCN4117

La memoria è ricordo puntuale della sofferenza: Elisabetta Pandimiglio indaga sull’anoressia con la sua mini installazione “Fame”

DSCN4120

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E quale memoria è più intensa e anche più curiosa se non quella dell’infanzia? Marilena Pasini fa riemergere dettagli giocosi e bizzarri con “Io resto qui”

DSCN4118

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le memorie personali si mescolano a quelle della storia contemporanea se a  pochi passi da te succede qualcosa di terribilmente indimenticabile, come è accaduto a Francesco Filangeri nel suo “Memory game”.

DSCN4124

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

EVENTO D’INAUGURAZIONE

 s_DSCN4001

 

SEZIONE ‘MONDI’


DSCN3884

DSCN3887

LA SEZIONE “MEMORIE”

DSCN3926

j.benci

LA SEZIONE “SEGRETI”

DSCN3920

SEGRETI (2)

LA SEZIONE “SOGNI”

sogni

DSCN3966

 

Sulla categoria: “SOGNI” con Paolina Baruchello, Simona Sarti, Orsola Damiani, Eleonora Del Brocco, Maria Carla Mancinelli…

 

I sogni a cui ci rivolgiamo sono immaginazioni da condividere e come ci ha ben spiegato il neuroscienziato indiano Ramachandran, attraverso i  cosiddetti neuroni specchio, scoperti tra l’altro da uno scienziato italiano, Rizzolatti,  siamo in grado, grazie alla nostra evoluzione, di imitare ed emulare attività complesse semplicemente osservando gli altri e sviluppando per empatia le stesse attitudini e le medesime reazioni anche nei confronti di esperienze non dirette. Secondo Ramachandran questo è il fenomeno principe che ci consente di sviluppare la cultura e di far cadere le barriere tra esseri umani.

 

DSCN4086

 

DSCN4091

 

 

 

DSCN4093

 

orsola damiani

 

mancinelli_dettaglio

 

 

 

 

 

 

 

 

INTHEBOX ALL SESSIONS: LE NEW ENTRY

 Ecco le cinque novità mai esposte alla Galleria di Bracciano e presenti nella mostra “INTHEBOX ALL SESSIONS” al Lanificio a Roma:

 La prima è di Maria Luisa Ricciuti nella sezione ‘Mondi’ “218 A. C. ANNIBALE VALICA LE ALPI”, ironica, fantasiosa, originale ricostruzione dell’epica impresa per la conquista di Roma…

 

ricciuti_218ac_annibale attraversalealpi

 

La seconda nella Sezione ‘Mondi’ è di Giulia Caminito, Irene De Marco e Domiziana Marinelli, tre ragazze unite dalla passione per il mondo del libro, per l’atto del leggere, per le pagine da sfogliare, per la carta scritta : “PAGES. LEGGERE DENTRO UNA SCATOLA”

 

pages

 

La terza si colloca nella sezione SOGNI, con il titolo di “IL GIOCO-GIOGO” di Simona Sarti, nel richiamare figure ancestrali, tipiche del sogno e il grande gioco del Lego congiunge elementi che insieme hanno molto da rivelare….

 

simona sarti

 

La quarta e la quinta nuova box sono inserite nella sezione SEGRETI: si tratta di  “HEART-SHAPED BOX” di Giuliano Sacco ispirata all’omonima canzone di Kurt Gobain dei Nirvana, di cui riscopre tutti i misteriosi e intriganti elementi di fascino e crudeltà. L’altra di Giovanna Gandini è ispirata alla figura di Marilyn Monroe vista come mitica bellezza celebrata misteriosamente fin dall’antichità “METAMORFOSI DI MARILYN APSARA” creando un effetto di rispecchiamento.

 

heart-shaped-box_giuliano sacco

 

giovanna gandini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...